Amplificatori audio: la guida completa a classi, tipologie, prezzi

Gli amplificatori audio rappresentano spesso il fulcro di un sistema Hi-Fi. L'elemento in grado di dare carattere ai propri diffusori, di dotarli di un suono preciso.

Sull'argomento, però, spesso si tende a fare un po' di confusione, vista anche la grande quantità di alternative presenti sul mercato. In questa breve guida, allora, vogliamo cercare di fare chiarezza andando a rispondere a quelle che sono le domande più comuni sul tema.

A cosa serve un amplificatore audio?

Dire che un amplificatore è un elemento cardine di un buon sistema audio è una cosa. Spiegare nel concreto a cosa serve questo apparecchio, però, è un’altra. Cercando di sintetizzare al massimo, è possibile dire che un amplificatore è un dispositivo che amplifica - appunto - un qualche tipo di segnale. Nel contesto di cui stiamo parlando, si tratta quindi di un prodotto capace di aumentare l'intensità del segnale audio che verrà inviato alle casse.

L'amplificatore di cui ci stiamo occupando è evidentemente quello dedicato a sistemi HiFi, che in sostanza va ad aumentare il segnale proveniente da sorgenti come giradischi, lettori CD e via dicendo. In commercio, però, esistono altri tipi di apparecchi destinati a fonti diverse. Come gli ampli dedicati a chitarre acustiche o elettriche, che amplificano il segnale di questi strumenti per poterlo poi trasmettere ai diffusori.

Come scegliere un amplificatore?

Se si vuole scegliere un amplificatore in autonomia, è evidente che bisogna essere ben informati su quello che si va ad acquistare. Gli approcci da seguire in questo campo sono veramente numerosi. Ci si può basare su:

  • Budget;
  • Caratteristiche tecniche (potenza, connessioni, numero di canali);
  • Tipologia di dispositivo (integrato, preamplificatore, sintoamplificatore);
  • Fattori soggettivi (resa sonora percepita);
  • Fattori estetici (aspetto vintage, moderno, minimalista);
  • Tipologia di camera che dovrà ospitare l'apparecchio (piccola, grande);
  • Caratteristiche degli speaker che dovranno essere pilotati (da pavimento, da scaffale);
  • Tipologia di sorgenti che si utilizzeranno (lettori CD, giradischi, streamer di rete).

E potremmo andare avanti ancora per molto. Addentarci nell'analisi di tutte queste varianti porterebbe via fin troppo tempo. Quello che possiamo dire, però, è che una delle scelte fondamentali che bisogna compiere quando si vuole acquistare un amplificatore riguarda quella tra i modelli valvolari e a transistor.

Se volete saperne di più, leggete pure la nostra guida agli amplificatori valvolari, in modo da scoprirne il funzionamento. E dopo magari potreste dare uno sguardo all'approfondimento sulle differenze tra amplificatori a valvole e a transistor.

Un particolare di un amplificatore audio.

Quali sono i migliori amplificatori HiFi?

Stabilire a priori quale sia il migliore amplificatore audio è esercizio piuttosto futile. Di seguito, però, vogliamo riportare un piccolo elenco relativo ai cinque modelli più venduti sul catalogo di HiFi Prestige, nella speranza che possa tornarvi utile:

Nome Tipo Prezzo
Denon PMA-600NE Amplificatore integrato € 403,78
Cambridge Audio CA A 81 Amplificatore integrato € 1.125,4
Musical Fidelity M5SI Amplificatore integrato € 1.619,1
Rega IO Amplificatore integrato € 449
Cambridge Audio AX A 35 Amplificatore integrato € 328,05

Nel nostro store, in ogni caso, abbiamo il piacere di ospitare tante altre proposte di marche prestigiose. Se volete dare uno sguardo approfondito, vi invitiamo a leggere queste guide:

Quanto costa un amplificatore audio?

Il prezzo di un amplificatore audio può variare di molto. Sul nostro catalogo potete trovare soluzioni con un valore che va da poco meno di 200 euro a ben oltre 100mila euro.

Questa grande forbice di costo è comprensibile se si analizzano le diverse componenti tecniche incluse nei prodotti di questo tipo. Non si tratta, come si può ben capire, di una questione di mera potenza, ma di tutta una serie di fattori che è complicato sintetizzare. Se volete dare uno sguardo alle caratteristiche tecniche di alcuni di questi apparecchi di fascia altissima, ecco un breve elenco:

Come funziona un amplificatore audio?

Come abbiamo anticipato, un amplificatore audio va ad amplificare il segnale di una sorgente per poi trasmetterlo ai diffusori. Prima di lanciarsi nell'acquisto, pertanto, è bene considerare la tipologia di casse che dovranno essere pilotate.

La considerazione di fondo è che dovrà trattarsi di casse passive, ovvero prive di amplificazione integrata. Partendo da qui dovranno essere presi in considerazione aspetti come:

  • Potenza: la potenza in watt degli speaker non dovrebbe essere superiore a quella erogata dall'amplificatore per singolo canale;
  • Impedenza: parametro che indica il carico di energia che viene trasmesso da un apparecchio all'altro. È necessario che questo dato sia uguale sia su casse che amplificatore.

A livello puramente pratico, poi, il funzionamento cambia necessariamente a seconda delle classi dei vari amplificatori, come potete leggere nel prossimo paragrafo.

Cosa sono le classi degli amplificatori audio?

La classe di un amplificatore audio ne identifica l'efficienza, oltre che la tipologia di funzionamento. I diversi apparecchi disponibili in commercio, pertanto, si dividono in differenti classi, dotate a loro volta di caratteristiche distintive. Anche in questo caso, si tratta di un discorso troppo complesso da compiere in questa sede. Per avere una infarinatura generale basta sapere che:

  • Gli amplificatori classe A amplificano il segnale ricevuto al 100%, ma possono essere usati solo a basse potenze;
  • Gli amplificatori classe B amplificano fino al 50% del segnale con efficienza tra 50% e 79%;
  • Gli amplificatori classe AB amplificano fino al 50% e consentono di utilizzare più dispositivi contemporaneamente;
  • Gli amplificatori classe D offrono una efficienza superiore al 90%, e si rivelano adatti per il collegamento a subwoofer e non solo.

Esiste poi il caso unico degli amplificatori classe T. Potete approfondire tutti i dettagli nel nostro speciale sui T-Amp.

Le valvole di un amplificatore audio valvolare

Che caratteristiche ha un amplificatore audio da casa?

Un amplificatore audio da casa deve avere caratteristiche adatte a pilotare correttamente i propri diffusori. Bisogna partire da qui per comprendere veramente quali dovranno essere le caratteristiche del proprio apparecchio in termini di potenza, impedenza e numero di canali necessari.

Altro capitolo importante è quello delle connessioni. La varietà di scelta è notevole, con i modelli che possono includere di volta in volta connettori RCA e prese per le cuffie, ma anche porte HDMI (nel caso degli amplificatori AV). Sempre più spesso, poi, gli apparecchi moderni sono dotati di connettività bluetooth, per l'interazione senza fili con le sorgenti.

L’offerta di amplificatori audio di HiFi Prestige

Il catalogo di amplificatori audio di HiFi Prestige include ogni sorta di apparecchio. Dai dispositivi integrati ai sintoamplificatori, passando per accessori e preamplificatori.

Per qualsiasi informazione o consiglio, siamo sempre disponibili al 335 6672281. In alternativa, potete scrivere a info@hifiprestige.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.