Perché i giradischi con tromba sono ancora popolari e affascinanti?

I giradischi con tromba sono apparecchi che, come suggerisce il nome, utilizzano una tromba per amplificare il suono prodotto dal giradischi stesso. Nonostante l'avvento della tecnologia digitale e la diffusione di dispositivi come gli smartphone e i lettori MP3, molti appassionati di musica continuano ad apprezzare il fascino e il carattere unico di questi apparecchi.

Per questo motivo, abbiamo pensato di dare risposta agli interrogativi più comuni riguardanti tali dispositivi, a partire da qualche dettaglio della loro storia.

Come si chiama il giradischi con la tromba?

Il giradischi con la tromba viene spesso chiamato grammofono o fonografo, sebbene non si tratti proprio della stessa cosa. Il termine "grammofono" deriva dalle parole greche "gramma", che significa "segno", e "fono", che significa "suono", ed è stato coniato dall'inventore Thomas Edison nel 1877.

Il termine "phonografo", o più semplicemente fonografo, deriva dalle parole greche "phono", che significa "suono", e "graphein", che significa "scrivere", ed è stato coniato dallo stesso Edison nel 1880.

Si tratta quindi di termini puramente descrittivi, introdotti per identificare i nuovi dispositivi di riproduzione musicale creati alla fine del 1800.

Qual è la differenza tra grammofono e giradischi?

Volendo operare una rapida differenziazione, ecco i dettagli più importanti:

  • Il grammofono è una macchina che riproduce i dischi in vinile (o bachelite) e utilizza una tromba per amplificare il suono prodotto;
  • Il giradischi è un dispositivo elettromeccanico che consiste in un piatto rotante su cui viene posizionato un disco in vinile, che viene poi riprodotto attraverso una testina di lettura e un amplificatore. Per scoprire come funziona la testina di un giradischi, a questo proposito, vi rimandiamo a questo articolo.

A cosa serve il grammofono?

Il grammofono costituisce un apparecchio integrato per la riproduzione e l'ascolto di musica. Fin dalla loro invenzione, queste soluzioni sono state utilizzate principalmente per sentire la musica prodotta da dischi in vinile.

Oltre all'amplificazione del suono, i grammofoni possono anche essere utilizzati per riprodurre musica in modo più fedele rispetto ai sistemi audio digitali, che possono alterare leggermene il suono originale durante il processo di compressione e decompressione dei dati. A questo proposito, vi invitiamo a leggere il nostro speciale sui formati audio non compressi.

Come riconoscere un grammofono antico?

Ci sono alcuni modi per riconoscere un grammofono antico:

  • Controllare la data di produzione: i grammofoni sono stati inventati nel 1877, quindi un prodotto che risale a questa data è considerato molto antico e, probabilmente, di gran valore;
  • Verificare il materiale: i primi grammofoni erano realizzati in materiali come legno, metallo e vetro, mentre quelli più recenti sono prodotti in plastica o materiali simili. Un grammofono realizzato in materiali come il legno o il metallo, quindi, è probabilmente più antico e quindi più prezioso.
  • Controllare il marchio: alcuni dei primi grammofoni sono stati prodotti da aziende come la Victor Talking Machine Company. Pertanto, se il grammofono che si possiede è stato prodotto da uno di questi brand, è probabile che sia piuttosto antico;
  • Controllare il design: i grammofoni antichi spesso presentano un design unico e distintivo, come la presenza di una tromba o di una cassa armonica. Se il grammofono che si sta analizzando presenta un design insolito o fuori dall'ordinario, è probabile che sia di valore.

Quanto costa un grammofono antico?

Il costo di un grammofono antico dipende da diversi fattori, come l'età, il materiale di costruzione, il marchio e il design. In generale, i grammofoni antichi possono presentare costi che vanno da alcune centinaia a diverse migliaia di dollari (o euro), a seconda della loro rarità e del loro stato di conservazione.

Per determinare il valore di un grammofono è importante fare ricerche accurate e consultare esperti del settore, in modo da evitare di incappare in possibili situazioni spiacevoli.

Cosa c'era prima del grammofono?

Prima dell'invenzione del grammofono, erano già presenti alcuni apparecchi che utilizzavano il principio della riproduzione del suono attraverso incisioni su un supporto fisico. Uno dei primi esempi di questo tipo di apparecchio è il già citato fonografo di Thomas Edison, che utilizzava un disco di cera inciso con un messaggio vocale o musicale e che veniva riprodotto attraverso una puntina che percorreva le incisioni del disco. Tuttavia, questi prodotti richiedevano un'attrezzatura complessa per funzionare.

Il grammofono, inventato da Thomas Edison nel 1877, è stato il primo apparecchio in grado di riprodurre la musica in modo semplice e conveniente attraverso l'utilizzo di una tromba per amplificare il suono prodotto dal disco in vinile. Questo ha permesso ai grammofoni di diventare rapidamente popolari e di diffondersi in tutto il mondo.

Dove si inseriscono i giradischi a tromba nella storia del giradischi?

Come visto in precedenza, la prima forma di giradischi fu inventata da Thomas Edison nel 1877 ed era nota come il grammofono. Nel 1890, l'inventore Emil Berliner brevettò un nuovo tipo di giradischi che utilizzava dischi in vinile anziché quelli in cera, rendendo possibile la produzione di copie del disco originali.

Nel 1948 fu introdotto il giradischi a piatto, che utilizzava un piatto rotante su cui veniva posizionato il disco in vinile, rendendo possibile una riproduzione più stabile e fedele della musica. Negli anni '60 e '70, il giradischi divenne uno dei principali apparecchi per l'ascolto della musica nella maggior parte delle case. Tuttavia, con l'avvento della tecnologia digitale negli anni '80 e '90, questi dispositivi iniziarono a perdere terreno a favore di prodotti come i lettori CD e MP3.

Nonostante ciò, molti appassionati di musica hanno continuato ad apprezzare il fascino e la qualità del suono dei giradischi, e negli ultimi anni c'è stato un ritorno di interesse per questi apparecchi. Oggi, i giradischi con tromba sono ancora popolari tra gli appassionati di musica che apprezzano il suono caldo e analogico dei dischi in vinile e il fascino retro dei grammofoni.

Per un riepilogo approfondito della storia degli apparecchi pensati per i nostri amati vinili, rimandiamo inoltre a un nostro articolo, dedicato ai giradischi che hanno fatto la storia dal 1877 a oggi.

L’offerta di giradischi di HiFi Prestige

Su HiFi Prestige abbiamo il piacere di offrire giradischi proposti da alcuni dei brand più apprezzati dagli audiofili. I prodotti esposti oggi sono considerabili a tutti gli effetti gli eredi di fonografi, grammofoni e giradischi con tromba, per un affascinante viaggio nell’evoluzione dei dispositivi audio.

Per maggiori informazioni siamo sempre disponibili al numero 335 6672281, oppure all'indirizzo email info@hifiprestige.it.

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.