Formati audio non compressi: alla scoperta di WAV, lossless e altro

Quando si parla di audio digitale, è importante comprendere la differenza tra i diversi formati di file disponibili. Ci sono molti tipi di contenuti, ognuno dei quali ha caratteristiche e vantaggi specifici.

In questo articolo, allora, esploreremo i formati audio non compressi, andando inoltre a effettuare un confronto tra file LOSSY e lossless.

Differenza tra file LOSSY, lossless e non compressi

I file audio possono essere classificati come LOSSY, lossless o non compressi a seconda del modo in cui vengono codificati e salvati. Queste sono le differenze più sostanziali:

  • I file audio LOSSY sono quelli che vengono compressi in modo da occupare meno spazio su dischi e memorie. Durante la compressione, alcuni dei dati vengono eliminati in maniera permanente, il che significa che il file da riprodurre non contiene l’esatto importo di informazioni dell'originale. I file audio MP3 sono un esempio di file LOSSY;
  • I file audio lossless, come il formato FLAC, vengono anche compressi, ma in modo che i dati audio originali possano essere riprodotti con precisione quando si decomprime il file. Questo vuol dire che non ci sono perdite di qualità durante la decompressione. Un contenuto audio lossless, in altre parole, suona esattamente come l'originale;
  • I file audio non compressi sono quelli che, come suggerisce il nome, non vengono compressi affatto. WAV e AIFF sono esempi di formati non compressi. Considerate le loro caratteristiche, queste tipologie di formati occupano molto spazio su dischi e memorie.

Panoramica dei principali file audio compressi e non compressi

Dopo aver operato una divisione schematica tra file audio non compressi o meno, è bene andare a specificare quali sono alcune delle alternative destinate agli audiofili:

  • Formati audio compressi (LOSSY)
    • I file audio MP3 costituiscono uno dei formati audio più popolari e ampiamente supportati. Sono facili da trasferire e conservare a causa della loro dimensione ridotta, ma hanno una qualità audio leggermente inferiore rispetto ai file non compressi a causa della loro compressione LOSSY.
    • Ogg Vorbis è un formato audio aperto e senza perdite di qualità. Offre una qualità audio simile a FLAC a parità di bitrate, ma è meno diffuso e supportato;
    • AAC è un formato audio sviluppato da Apple e utilizzato in molti device, come iPhone e iPod. Offre una qualità audio superiore rispetto a MP3 a parità di bitrate, ma può essere meno compatibile con altri dispositivi e software;
  • Formati audio compressi senza perdita (lossless)
    • FLAC è un formato audio lossless che propone una qualità audio simile ai file audio non compressi, ma con una dimensione ridotta. È ampiamente supportato da molti lettori audio e software di riproduzione;
    • ALAC è un formato audio lossless sviluppato da Apple e simile a FLAC. Regala una qualità audio simile a quest'ultimo, ma è supportato principalmente da dispositivi Apple;
    • DSD è un formato audio ad alta risoluzione utilizzato principalmente in prodotti audio di alta gamma, come lettori CD e DAC. Offre una qualità audio molto elevata, ma è meno diffuso e supportato rispetto ai contenuti audio più comuni;
  • Formati audio non compressi
    • AIFF è un formato audio non compresso utilizzato principalmente in studi di registrazione e in produzione musicale. Prevede la massima qualità audio, ma occupa molto spazio sul disco;
    • WAV è un formato audio non compresso simile ad AIFF. È ampiamente utilizzato in studi di registrazione e in produzione musicale per la sua alta qualità audio. Tuttavia, i file WAV occupano molto spazio su disco.

Che differenza c'è tra MP3 e WAV?

MP3 e WAV sono entrambi formati audio molto popolari, caratterizzati da alcune importanti differenze. Vediamo quali:

  • MP3 è un formato audio LOSSY, il che significa che i dati audio vengono eliminati durante la compressione. Un file MP3, pertanto, non suona esattamente come l'originale. Tuttavia, i file MP3 sono molto più piccoli dei file WAV, il che li rende più facili da trasferire e conservare;
  • WAV è un formato audio non compresso. Ciò significa che i file WAV occupano molto spazio su disco, ma suonano esattamente come l'originale. I file WAV sono spesso utilizzati in studi di registrazione e in produzione musicale perché forniscono la massima qualità audio.

Per altre informazioni in tema, potete leggere il nostro articolo sulla storia degli MP3.

Qual è la differenza tra MP3 e M4A?

Tra i vari formati compressi, alcuni dei più comuni sono MP3 ed M4A. Vediamo di operare un rapido confronto:

  • MP3 è un formato audio molto popolare e ampiamente supportato. Viene utilizzato in molti lettori MP3, smartphone e software di riproduzione audio. Tuttavia, come già ripetuto più volte, MP3 è un formato audio LOSSY, il che significa che alcuni dati vengono eliminati durante la compressione. Questo significa ancora una volta che un file MP3 non suona esattamente come l'originale.
  • M4A è un formato audio proprietario sviluppato da Apple. È stato progettato per fornire una qualità audio superiore rispetto a MP3 a parità di bitrate. Tuttavia, M4A è meno diffuso di MP3 e può non essere supportato da tutti i lettori audio e software.

In conclusione, MP3 ed M4A sono entrambi formati audio compressi, ma MP3 è più diffuso e supportato rispetto a M4A. Tuttavia, a parità di bitrate, M4A offre una qualità audio leggermente superiore.

Perché ci sono formati audio compressi?

Visto che i file audio non compressi occupano molto spazio su disco, possono essere difficili da trasferire e conservare. I formati audio compressi, come MP3 ed M4A, consentono di spostare facilmente i file audio attraverso internet e su dispositivi come lettori MP3 e smartphone.

Tuttavia, è importante notare che la compressione di un file audio comporta sempre una perdita di qualità. I file audio LOSSY, come MP3, hanno una definizione inferiore rispetto ai file audio non compressi, come WAV. I file audio lossless, come FLAC, garantiscono una qualità audio migliore rispetto ai file LOSSY, ma occupano comunque meno spazio su disco rispetto ai file audio non compressi.

In conclusione, i formati audio non compressi assicurano la massima qualità audio, ma occupano molto spazio, e quindi potrebbero risultare piuttosto scomodi. I formati audio compressi, come MP3 e M4A, offrono una qualità audio leggermente inferiore, ma sono più facili da gestire.

Scegliere il formato audio giusto, in buona sostanza, dipende dalle proprie esigenze specifiche e dall'utilizzo previsto del file audio. Le più comuni piattaforme di streaming propongono flussi audio compressi, che prevedono una buona qualità audio quando si vuole ascoltare una canzone con lo smartphone. Se si vuole godere però di una qualità superiore, magari per sfruttare un setup con componenti HiFi, è bene optare per i formati non compressi.

Ascolta i tuoi file audio non compressi sui lettori in vendita da HiFi Prestige

Il mondo dei formati audio non compressi è vario, con alternative adatte a tutte le esigenze. Che si tratti di file compressi MP3 o di DSD, su HiFi Prestige sono disponibili lettori capaci di riprodurre qualsiasi tipologia di contenuto.

Sfogliate le pagine relative ai player audio e streaming e ai lettori MP3 portatili per scoprire tutte le nostre offerte. E per qualsiasi altra informazione, siamo sempre disponibili al 335 6672281.

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.