Amplificatori 

Non ci sono prodotti in questa categoria

Sotto-categorie

Amplificatori integrati

Gli amplificatori integrati sono elementi assolutamente indispensabili in un impianto Hi-Fi: essi sono il mezzo tramite il quale l'onda sonora viene manipolata e dopo trasmessa ai diffusori acustici.

Quando decidiamo di acquistare il nostro impianto dobbiamo valutare con cura quali sono gli amplificatori migliori e adatti alle nostre esigenze.


Amplifcatori integrati: scegliere quello fatto apposta per te

Nati nel 1962 e diffusi per la prima volta dalla Pioneer Corporation, gli amplificatori integrati sono stati successivamente prodotti da moltissime aziende, le quali hanno via via perfezionato questo importante elemento al fine di soddisfare le esigenze di tutti gli amanti della musica che ricercavano prodotti di qualità sempre maggiore.

Questo componente contiene in un unico modulo un amplificatore e un pre-amplificatore.
Per ricevere il massimo dai nostri amplificatori integrati, dobbiamo tener di conto anche di tutto il resto dell'impianto Hi-Fi, il quale deve essere di qualità. Un solo elemento scadente rischierebbe di produrre musica non all'altezza delle nostre aspettative.

 
La scelta degli amplificatori integrati è molto delicata e deve essere valutata con estrema attenzione, non fatevi prendere dalla frenesia dell'acquisto ma fate una scelta consapevole adatta al tipo di impianto Hi-Fi che possedete, al fine di ottenere le migliori prestazioni.



Amplificatori finali

HI FI Prestige ti offre gli amplificatori finali delle migliori marche, garantendoti sempre e comunque qualità assoluta.


Un amplificatore finale lavora solitamente assieme al preamplificatore: entrambi hanno il compito di amplificare i segnali deboli che possono provenire da varie sorgenti, come un lettore CD, un giradischi, un sintonizzatore radio, ecc. Questa scelta che riguarda la separazione degli stadi di amplificazione avviene in genere per il notevole range di corrente e tensione, dove i circuiti lavorano.

 

classi degli amplificatori

Esistono differenti classi per gli amplificatori (che vanno dalla A alla D) e spesso si pensa che queste ultime rappresentino il livello qualitativo dell'amplificatore finale.
Non potevamo sbagliarci più di così: infatti, le classi degli amplificatori, in generale, stanno a rappresentare il modo in cui lavora ed amplifica l'apparecchio.
Le classi più frequenti sono senza dubbio quelle A, B ed AB.
La classe A di un amplificatore finale riesce ad amplificare l'intera onda sinusoidale ed è la classe di amplificatori utilizzati per le basse potenze.
La classe B, invece, utilizza maggiori potenze in quanto si deve ricorrere a due amplificatori finali che lavorino rispettivamente per l'onda sinusoidale positiva e negativa.
Il difetto di un amplificatore finale di classe B è quello che si presenta una volta amplificato il suono: una notevole distorsione.
Per risolvere questo problema si ricorre a degli amplificatori di classe AB, che raggiungono potenze molto simili a quelle degli amplificatori di classe B, ma eliminano il disturbo della distorsione.
Come possiamo ben capire, quindi, le classi di amplificatori servono a farci capire la loro funzionalità e non è assolutamente detto che un amplificatore di classe B sia inferiore di classe A: tutto dipende dall'utilizzo che dobbiamo farne.